Provincia di Cosenza - Portale- Home Page

Cosenza - La Provincia per voi

Vai al contenuto

Sei in: Home

Franco Iacucci nel gruppo di lavoro UPI sul regionalismo differenziato

INFO:

  • Provincia di Cosenza
    Piazza XV Marzo n.5
    87100 Cosenza
  • Centralino +39 0984 814.1
    URP +39 0984 74063
  • info@provincia.cs.it

Consulta le sezioni dell'Ufficio Stampa

Contenuto Pricipale della Pagina

Home Page

Affari Istituzionali - Cosenza, 16/03/2019

Franco Iacucci nel gruppo di lavoro UPI sul regionalismo differenziato

«Siamo a favore di un'autonomia più omogenea per tutte le regioni, in campo adesso le scelte coraggiose del partito e della politica», ha dichiarato il Presidente della Provincia

Si ragiona ormai da più tempo di regionalismo differenziato e problematiche connesse e, com’è normale che sia, anche l’Associazione delle Province italiane (UPI) ha aperto una riflessione al proprio interno con la costituzione di un gruppo di lavoro che si occuperà appunto di approfondire le problematiche relative all’attuazione dell’articolo 116, comma 3, della Costituzione e le iniziative avviate dalle Regioni sull’autonomia differenziata.

A far parte di questo importante gruppo di lavoro è stato chiamato il Presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, in quanto componente del Comitato direttivo UPI. Al tavolo istituzionale Iacucci rappresenterà dunque le Province del Centro Sud Italia, insieme ai Presidenti delle Province di Brindisi e di Campobasso. La prima riunione del Gruppo è stata già convocata e si terrà martedì 19 marzo prossimo presso la sede dell’UPI di Roma.

Una scelta politica forte, dunque. Per il partito e per la politica che fa scendere in campo direttamente anche i Presidenti delle Province. Oltre a Iacucci, infatti, nel gruppo di lavoro sono inseriti anche i Presidenti della Provincia di Brindisi, di Campobasso, di Lodi, di Massa-Carrara e soprattutto di Emilia Romagna, Lombardia e Veneto che sono le tre regioni con i riflettori accesi sulla proposta di legge.

Il Presidente Iacucci sarà presente per portare il punto di vista dei territori meridionali, che nell’autonomia differenziata paventano un aumento degli squilibri territoriali e una minaccia alla coesione nazionale: «siamo a favore di un’autonomia più omogenea per tutte le regioni e dunque accettiamo la sfida del cambiamento, perché è giusto che anche il meridione giochi questa partita abbandonando i vittimismi. Quella che è in atto è la più importante riforma di attuazione della Costituzione mai fino adesso realizzata, destinata a cambiare gli assetti amministrativi e gli stessi apparati burocratici del nostro Paese e per poter combattere questa battaglia il Sud deve rimettersi in gioco e prendervi parte».

L’auspicio è che le regioni meridionali possano interagire in maniera coesa ai tavoli interistituzionali, anche al fine di salvaguardare i principi di solidarietà della Nazione e di unità dello Stato. Ciò che non potrà essere accettato è la realizzazione di quella che da più parti è stata indicata come la “secessione dei ricchi”, ma nel contempo «dobbiamo dimostrare che anche il Meridione è in grado di prendersi nelle proprie mani e gestire in maniera più efficace settori importanti di intervento per la vita dei propri cittadini», la chiosa del Presidente Iacucci.

ultimo aggiornamento:
16/03/2019 15:57 da Rita Benigno
questo articolo é stato letto: 506 volte

[Indietro]

©2008 Provincia di Cosenza - Piazza XV Marzo n.5 - 87100 Cosenza - (tel. 814.1) P.I.: 80003710789

Engineered by Echopress