Provincia di Cosenza - Portale- Disciplina rifiuti,scarico acque,emissioni atmosferiche e sonore

Cosenza - La Provincia per voi

Vai al contenuto

INFO:

  • Provincia di Cosenza
    Piazza XV Marzo n.5
    87100 Cosenza
  • Centralino +39 0984 814.1
    Presidenza +39 0984 26800
  • info@provincia.cs.it

Consulta le sezioni dell'Ufficio Stampa

Contenuto Pricipale della Pagina

Ambiente e demanio

Ambiente - Cosenza, 15/04/2013 11:00

AUTORIZZAZIONE ORDINARIA E AGGIORNAMENTO PER MODIFICHE SOSTANZIALI ALLE EMISSIONI IN ATMOSFERA. AUTORIZZAZIONE ALLE EMISSIONI DIFFUSE IN ATMOSFERA.

Modalità di presentazione delle domande

Le istanze presentate dai gestori degli impianti di piccole e medie imprese, di cui all’art. 2 del decreto del 18 Aprile 2005 del Ministro delle attività produttive, rivolte ad ottenere l’A.U.A. (Autorizzazione Unica Ambientale) comprendente il rilascio, la formazione, il rinnovo o l’aggiornamento di almeno uno dei seguenti titoli abitativi indicati nell’art. 3 del D.P.R. 59/2013:

1. Autorizzazione allo scarico;
2. Autorizzazione alle emissioni in atmosfera in procedura ordinaria;
3. Autorizzazione alle emissioni in atmosfera in Via Generale;
4. Comunicazioni per l'esercizio in procedura semplificata di operazioni di autosmaltimento di rifiuti non pericolosi e/o di recupero di rifiuti, pericolosi e non pericolosi.

devono essere inoltrate, ai sensi dell'art. 4 del succitato D.P.R., a questo Settore esclusivamente tramite il SUAP del Comune in cui ha sede lo stabilimento, utilizzando la modulistica scaricabile dal link in alto a destra. I soggetti diversi dalle piccole e medie imprese di cui sopra devono continuare a presentare le istanze direttamente a questo Settore.


Riferimenti Normativi

Al fine di rendere più semplice l’accesso al procedimento amministrativo relativo alla domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera il Servizio disciplina rifiuti, scarico acque, emissioni atmosferiche del Settore Ambiente e Demanio Idrico - ha rielaborato la modulistica da utilizzare per produrre domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera convogliate e/o diffuse ovvero di aggiornamento per modifiche sostanziali, tenendo conto delle modifiche ed integrazioni introdotte dal Decreto Legislativo 128/2010 al Decreto Legislativo 152/2006 nonché dall’art.15 della Legge 183/2011 al DPR 445/2000 e dal D.Lgs. 218 del 15/11/2012 al D.Lgs. 159 del 06/09/2011.


La modulistica comprende, per ciascuna delle succitate tipologie di emissioni, lo schema di domanda ed i relativi Allegati (scaricabili dal link in alto a destra).

  • L’ allegato A , elenca gli elaborati e descrive le informazioni che devono essere riportate nella relazione tecnica da allegare alla domanda, a firma di tecnico abilitato.

  • L’ Allegato S1 contenente la scheda riepilogativa delle emissioni e la descrizione degli eventuali impianti di combustione presenti nello stabilimento, deve essere compilato dal gestore dello stabilimento in tutte le sue parti.

  • L’ Allegato AM (Dichiarazione sostitutiva di certificazione)

Le domande di autorizzazione, ad eccezione di quelle presentate dai soggetti di cui sopra (piccole e medie imprese di cui all’art. 2 del decreto del 18 Aprile 2005 del Ministro delle attività produttive) devono essere trasmesse alla Provincia di Cosenza – Settore Ambiente e Demanio Idrico - via Romualdo Montagna, 13 - 87100 Cosenza, complete di tutta la documentazione (tecnica ed amministrativa), ed inviate in copia agli Enti riportati nello schema di domanda allegando, esclusivamente, la relazione e la documentazione tecnica.

Nel caso di istanza presentata da ditte non comprese tra quelle indicate nell’art. 2 del decreto del 18 Aprile 2005 del Ministro delle attività produttive, entro 30 giorni dalla presentazione della domanda, la Provincia indice, in via istruttoria, una Conferenza dei servizi, ai sensi dell’ art.269 D.Lgs. 152/2006 e ss. mm. ed ii e degli artt. 14 e ss. della L.241/90 e ss.mm. ed ii.
 

Se l'istanza invece è prodotta da piccole e medie imprese di cui all’art. 2 del decreto del 18 Aprile 2005 del Ministro delle attività produttive, il SUAP la trasmette immediatamente in modalità telematica alla Provincia ed ai soggetti di cui all'art. 2, comma 1, lett. c. del DPR 59/2013, e ne verifica, in accordo con questo Settore, la correttezza formale della documentazione presentata. Se il procedimento amministrativo rientra  nella fattispecie di cui all'art. 4, comma 7, del succitato DPR, la Provincia indice, in via istruttoria, una Conferenza dei servizi, ai sensi dell’ art.269 D.Lgs. 152/2006 e ss. mm. ed ii e degli artt. 14 e ss. della L.241/90 e ss.mm. ed ii. La Conferenza dei Servizi, invece,  viene indetta dal SUAP nei casi previsti dall'art. 4, comma 5 del DPR 59/2013.

Il termine entro il quale deve essere concluso il procedimento amministrativo è 120 giorni decorrenti dalla data di presentazione della domanda ovvero di 150 giorni qualora siano state richieste integrazioni (art.269 D.Lgs. 152/2006 e ss. mm. ed ii).

L'autorizzazione è valida per 15 anni e la domanda di rinnovo, nel caso di AUA, deve essere presentata almeno sei mesi prima della scadenza, ovvero un anno prima qualora la ditta non sia tenuta ad avvalersi dell'Autorizzazione Unica Ambientale.

Il procedimento di cui sopra vale anche per le domande di aggiornamento e di rinnovo.

Ai sensi dell'art. 281 comma 7 del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm. ed ii., gli atti e gli adempimenti connessi alle autorizzazioni rilasciate ovvero ai provvedimenti di aggiornamento e di rinnovo sono messi a disposizione del pubblico.

STABILIMENTI NON SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE.

Sono esenti da autorizzazione, ai sensi dell’art. 272 comma 1 del D.lgs. 152/2006 come modificato ed integrato dall’articolo 3 comma 6 del D.Lgs. 128/2010, gli stabilimenti o le attività elencati nell’allegato IV – parte I - alla parte Quinta del Decreto legislativo medesimo.

STABILIMENTI PER I QUALI OCCORRE PRESENTARE DOMANDA DI ADESIONE.

Non sono soggetti altresì al procedimento autorizzatorio di cui all’art.269 del D.Lgs 152/2006 e ss. mm. ed ii, gli impianti e/o le attività in deroga di cui all’art.272 comma 2 elencati nell’allegato IV – parte II - alla parte Quinta del Decreto legislativo medesimo, appartenenti alle tipologie indicate nelle Determinazioni dirigenziali di Autorizzazione in via generale adottate dal Settore Ambiente della Provincia di Cosenza. Per essi è necessario presentare, da parte del gestore dello stabilimento, una domanda di adesione utilizzando la documentazione indicata nella modulistica on line pubblicata nell'articolo dal titolo "RINNOVO AUTOROZZAZIONE GENERALE PER LE EMISSIONI IN ATMOSFERA".


Imposta di bollo

Dal 26 giugno 2013, l'importo della marca da bollo da apporre alle istanze ed ai provvedimenti ambientali di competenza di questo Settore (scarichi, rifiuti e atmosfera) è di euro 16.00 €. 

Vedi anche quanto riportato nel link qui di seguito: http://www.provincia.cs.it/portale/portaltemplates/view/view.cfm?5601

Responsabile del Servizio
Disciplina rifiuti, scarico acque, emissioni in atmosfera
Dott. Piero Minutolo
pminutolo@provincia.cs.it 

 

Settore Ambiente e Demanio Idrico
ultimo aggiornamento:
10/07/2014 08:38 da Paolo Caruso
questo articolo é stato letto: 5114 volte

[Indietro]

©2008 Provincia di Cosenza - Piazza XV Marzo n.5 - 87100 Cosenza - (tel. 814.1) P.I.: 80003710789

Engineered by Echopress