Affari Istituzionali - Cosenza, 31/05/2019

L'Assemblea dei Sindaci promuove il Bilancio della Provincia di Cosenza

Iacucci: «L'Assemblea dei Sindaci è un importante momento di confronto sui problemi del territorio e deve avere un ruolo politico di programmazione»

Dopo il primo positivo passaggio del 29 marzo 2019, il Bilancio di Previsione della Provincia di Cosenza passa anche l’esame dell’Assemblea dei Sindaci, alla quale hanno partecipato 83 Sindaci del territorio in rappresentanza di 446.807 abitanti per una percentuale del 63,046%. Una partecipazione significativa, in un momento in cui le elezioni amministrative nel cosentino hanno interessato ben sessantanove comuni di cui tre al ballottaggio.

In apertura dei lavori, il Presidente Iacucci ha inteso rivolgere i più sentiti auguri ai Sindaci neoeletti e a quelli riconfermati, sottolineando come il ruolo dei Primi Cittadini sia importante per l’Ente Provincia: «I Sindaci devono partecipare alla vita di questo Ente - ha affermato il Presidente - con un ruolo politico di programmazione e proprio l’Assemblea è il luogo in cui dare avvio a un importante momento di confronto sui problemi del territorio». Per Franco Iacucci è fondamentale che la Regione - così come era stato già chiesto - trasferisca alle Province alcune deleghe importanti su materie che, per loro stessa natura, si identificano e incidono nell’ambito provinciale. La Provincia di Cosenza ha competenze e professionalità già strutturate nel tempo per l’esercizio di funzioni complesse e di area vasta e può quindi svolgere un ruolo importante a favore delle proprie comunità».

Sul Bilancio di Previsione il Presidente ha fatto presente che contiene risorse importanti da investire sul territorio, per cui necessita di una celere approvazione: «è un bilancio meno in sofferenza rispetto agli anni precedenti - ha chiarito -e registriamo anche una nuova attenzione del Governo verso le Province, certificata dalla Commissione Interministeriale sulla riforma degli Enti locali, anche se si sono levate voci contrarie per bocca del Vice Presidente Di Maio. C’è però un dovere del Parlamento di mettere le Province in condizione di esercitare il proprio ruolo, dopo la bocciatura del referendum costituzionale, che la classe politica non può più ignorare».

Sul piano più squisitamente tecnico, il documento contabile è stato illustrato ai Sindaci dalla Dirigente del Settore Bilancio, dott.ssa Tiziana Lupo e dai Dirigenti dei Settori Viabilità ed Edilizia Scolastica e Trasporti, rispettivamente Ing. Claudio Le Piane e Ing. Claudio Carravetta. Certificati il rispetto degli equilibri correnti e in conto capitale; gestione di cassa e risultato di amministrazione positivi; rispetto del Patto di Stabilità 2018 (pareggio di bilancio) e parere positivo dei Revisori. Il Bilancio chiude con risorse minori, ma nonostante ciò e grazie ai contributi ricevuti su viabilità ed edilizia scolastica sono stati programmati importanti interventi sul territorio. Da segnalare infine - come sottolineato dall’Ing. Carravetta - l’istituzione dell’Ambito di Area Vasta per la programmazione dei Servizi di trasporto.