Scuola e Cultura - Cosenza, 06/10/2011

Presentato alla Provincia il Progetto "Leggere che passione" per stimolare i giovani alla lettura e promuovere la diffusione del libro

Oltre 1000 sono i ragazzi coinvolti negli incontri che si terranno per tutto il mese di ottobre con gli autori nelle varie scuole del territorio provinciale

E’ stato presentato ieri, nella Sala degli Stemmi in Piazza XV Marzo, il Progetto “Leggere, che passione”, voluto dalla Provincia di Cosenza, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con l’Associazione “Ludus in Fabula”, finalizzato a promuovere la lettura e a diffondere i libri, rivolto alle Scuole di ogni ordine e grado dell’intera a provincia di Cosenza.
Hanno partecipato all’incontro: Anselmo Roveda, Scrittore e Capo Redattore della Rivista “Andersen”, Sandro Natalini, Illustratore e Docente dell’Università di Urbino, la Presidente dell’Associazione “Ludus in Fabula” Daniela Valente. Il Presidente della Provincia di Cosenza On. Gerardo Mario Oliverio e l’Assessore Provinciale alla Cultura Maria Francesca Corigliano hanno evidenziato, in particolare, la volontà dell’Ente, pur nelle more economiche che penalizzano tutti i settori, di investire in cultura perché la conoscenza ed il sapere rendono forti, creando una coscienza critica che prelude alla libertà di pensiero e di azione. Il Presidente in particolare ha annunciato la possibilità di realizzare un Festival per l'infanzia e l'adolescenza che coinvolga, attraverso la Fondazione Europa, Mezzogiorno, Mediterraneo, altre istituzioni in sinergia, con il comune intento di promuovere la lettura e la letteratura.
Il Progetto prevede una serie di incontri, che si terranno durante tutto il mese di ottobre e saranno laboratoriali, con le classi di scuole dell’infanzia e primarie e di approfondimento per le scuole secondarie di 1° e 2° grado.
Le venti scuole che partecipano al Progetto sono state scelte in base al criterio di equa distribuzione delle iniziative sul territorio provinciale. Ad esse sono state inviate gratuitamente 3 copie del libro sul quale verterà l'incontro con il relativo autore e/o l’illustratore.
Gli incontri previsti, che coinvolgono 1000 ragazzi, sono con: Agnese Baruzzi autrice dei libri della serie di "Riciclaudio" (scuola primaria); Sandro Natalini con il libro "Una partigiana di nome Tina" (scuola secondaria di 1° grado); Riccardo Francaviglia con il libro "In Cortile" (scuola primaria); Daniela Valente con il libro "Aliou dell'acqua" (scuola primaria ); Marilina Ricciardi con il libro "L'isola delle cacche" (scuola dell’infanzia); Daniela Valente con il libro "Dura la vita da duro" (scuola secondaria di 1° grado); Anselmo Roveda con il libro "E vallo a spiegare a Nino" (1° classe scuola secondaria di 2°grado).
Il work-shop per giovani e adulti, aspiranti scrittori e illustratori, inizia già da oggi a Belvedere Marittimo e andrà avanti fino a domenica 9 ottobre con i laboratori di scrittura e illustrazione condotti dagli autori professionisti succitati. Per tre giorni, quindi, la provincia diventerà centro di attrazione per quanti vogliano intraprendere il “mestiere” di scrittore o illustratore, considerato che il workshop sarà aperto anche alla partecipazione degli insegnanti in qualità di uditori.
Il laboratorio di scrittura consiste nella creazione di un libro per ragazzi, partendo dall’analisi di un testo e dalle principali tecniche di scrittura, attraverso lo studio di trame, luoghi, personaggi, tempi, tecniche narrative che conducano alla realizzazione di un breve testo [collettivo o personale] dei partecipanti, ideato attraverso la partecipazione e il confronto.
L'obiettivo del laboratorio è quello di fornire e illustrare basi teoriche e pratiche che possano permettere di coniugare significati e valori in un testo che si rivolga ai ragazzi, con lo sguardo rivolto all'attualità, all'impegno civile, alla valorizzazione delle risorse della nostra terra.

Il laboratorio di illustrazione prevede l’analisi di un libro illustrato e delle principali tecniche di illustrazione, dell'uso del colore, del lavoro sul testo e sul contesto (studio di personaggi e ambienti, schizzi, inquadrature, piani, prospettive, storyboard, bibliografie e scuole) con partecipazione/confronto con illustratori professionisti
L'obiettivo è illustrare le basi che permettano di affacciarsi al mondo dell'illustrazione per ragazzi.

Lo stage vedrà la presenza in particolare di Sandro Natalini (illustratore e docente Università di Urbino);
Arianna Rapini (Illustratrice, docente Università di Urbino, arte terapeuta e consulente Giunti); Anselmo Roveda (scrittore e capo redattore Andersen) Ilario Giuliano (editore Coccole e Caccole); Daniela Valente (scrittrice e direttore editoriale Coccole e Caccole)
Giulio Casella (grafico edizioni Coccole e Caccole).
Lo scopo del workshop sarà, oltre quello di fornire gli elementi di base per produrre un progetto libro, quello di realizzare delle opere che saranno il momento conclusivo dell'intera iniziativa nell'allestimento di una mostra .

Venerdì 28 ottobre a Cosenza, sempre nell’ambito del Progetto Leggere che passione, dalle ore 10.00 alle ore 14.30, presso l’Auditorium Provinciale “A. Guarasci” dell Liceo Classico B. Telesio, si terrà il Seminario per insegnanti, educatori, famiglie, bibliotecari e librai, con l’ introduzione d i saluti del Presidente della Provincia On. Gerardo Mario Oliverio, di Daniela Valente, Presidente dell’Associazione Ludus in Fabula e dell’Assessore Provinciale alla Cultura Maria Francesca Corigliano.
Relazioneranno, di seguito, Pino Boero, docente dell’Università di Genova sul tema “La pedagogia della lettura e la formazione degli educatori” e Walter Fochesato, studioso di letteratura per l’infanzia, su “Come guardare le figure. Un percorso sul libro illustrato per tutte le età”, mentre Teresa Buongiorno, autrice di libri per l’infanzia, tratterà “La narrativa per ragazzi e storie di formazione” e Barbara Schiaffino, della Rivista Andersen “Come scoprire il mondo dell’editoria per l’infanzia e tenersi aggiornato”.