Provincia di Cosenza - Portale- Prevenire per tutelare la salute

Cosenza - La Provincia per voi

Vai al contenuto

Il Palazzo del Governo

INFO:

  • Provincia di Cosenza
    Piazza XV Marzo n.1
    87100 Cosenza
  • Centralino +39 0984 814.1
    Presidenza +39 0984 26800
  • info@provincia.cs.it

Consulta le sezioni dell'Ufficio Stampa

Contenuto Pricipale della Pagina

Prevenire per tutelare la salute

Prevenire per tutelare la salute

La salute è uno dei diritti fondamentali della persona. La qualità dei sistemi e dei servizi di tutela della salute dei cittadini costituisce uno dei capisaldi e degli elementi distintivi delle società e dei Paesi più avanzati.

Com’è noto, la materia sanitaria non rientra tra le competenze delle Province. Tuttavia, nel corso dell’amministrazione di quest’ultima consiliatura, ci siamo sentiti in dovere di assumere diverse iniziative in materia di prevenzione e tutela della salute pubblica. Ciò perché la cultura della prevenzione è ancora troppo debole nel nostro Paese ed anche nel nostro territorio, ma soprattutto perché la risposta che ordinariamente viene data ad alcuni bisogni particolarmente sentiti dalla popolazione non è sufficiente.

Come si sa, la prevenzione è la migliore delle cure.

Abbiamo quindi voluto impegnarci anche in un settore particolarmente delicato ed importante come quello della salute, mettendo in campo progetti di qualità, finalizzati ad accrescere la cultura e la pratica della prevenzione. Progetti come il “Camper della Salute”, unità mobile - unica in Italia - attrezzata per l’esecuzione di mammografia e pap test, che ha già dato la possibilità a moltissime donne di tanti comuni della Provincia di effettuare questi importantissimi test diagnostici essenziali per la prevenzione e la cura dei tumori femminili. Progetti come “Diamo il cuore ai giovani”, il primo in Italia finalizzato allo screening cardiologico della popolazione studentesca per la diagnosi precoce delle aritmie giovanili predisponenti alla cosiddetta “morte improvvisa”. Come il Progetto per rafforzare le capacità degli operatori sanitari di intervenire nelle situazioni di emergenza di natura cardiaca, attraverso il quale la Provincia ha dotato tutti i Comuni di 200 defibrillatori che saranno usati da personale volontario appositamente formato. Oppure, infine, come il Progetto che ha visto  l’acquisto, da parte della Provincia, di una sofisticatissima strumentazione per la diagnosi precoce delle malattie oculari dei bambini, la Retcam II. Tutti progetti di grande impatto sociale, realizzati in collaborazione con le principali istituzioni sanitarie (ASP, Azienda Ospedaliera) e con il mondo associativo.

Ancora una volta, la Provincia non è rimasta ingabbiata nel perimetro ristretto delle competenze e delle funzioni di legge e si è proposta come soggetto attivo, in grado di interpretare le esigenze ed i bisogni del territorio e degli abitanti. Occorre allora continuare su questa strada, potenziando e qualificando ulteriormente l’azione della Provincia in favore della prevenzione, già intrapresa con grande successo negli ultimi anni, lungo le seguenti linee d’azione:

  • consolidare e rafforzare i progetti di prevenzione e tutela della salute già avviati;
  • realizzare nuove campagne di prevenzione su specifiche tematiche;
  • realizzare nuove campagne mirate su specifici gruppi (bambini, disabili, soggetti a rischio, ecc.);
  • sostenere la ricerca epidemiologica su determinate patologie a grande impatto sociale.

In questo quadro, è essenziale continuare ad agire con il metodo della condivisione della collaborazione interistituzionale. Per questo, rafforzeremo la collaborazione con le istituzioni sanitarie della nostra provincia, sia allo scopo di monitorare, valutare e rafforzare i progetti in corso, sia con la finalità di individuare nuove domande e bisogni e, di conseguenza, definire nuovi progetti di prevenzione.

Sul fronte dei progetti già avviati, daremo ulteriore impulso alla diagnosi precoce delle malattie cardiache nei bambini, sulla scorta dell’iniziativa “Diamo il cuore per i giovani”. Così come sarà ulteriormente esteso il Progetto di Pronto Intervento per le Emergenze Cardiovascolari, già avviato ed in corso di realizzazione con l’acquisto e la distribuzione dei 200 defibrillatori in ogni Comune e la formazione quasi 500 persone per il corretto uso degli strumenti in situazioni di emergenza. In collaborazione con il CONI, la Provincia doterà di un defibrillatore ogni squadra di calcio dilettantistica. Consolideremo e rafforzeremo il progetto di screening per la prevenzione dei tumori femminili, effettuato con il Camper della Salute.

Ma non ci limiteremo a potenziare i progetti già avviati. Come già detto, lanceremo nuovi progetti nel campo della prevenzione.

Vogliamo realizzare un Progetto Integrato per l’Educazione Alimentare per la Prevenzione e Cura dell’Obesità e delle altre Patologie Sociali legate all’Alimentazione, attraverso lo screening della popolazione infantile e giovanile, cicli educativi nelle scuole, cicli formativi ed incentivi per la pratica dello sport, interventi-pilota per l’educazione alimentare presso scuole dell’infanzia e primarie dotate di mensa.

Sul fronte della cura, abbiamo intenzione di verificare la fattibilità, d’intesa con l’Azienda Sanitaria, per realizzare il Centro Regionale di Riabilitazione in Acqua, che sarebbe l’unico in Calabria e tra i pochi del Meridione, finalizzato alle terapie riabilitative in vasca (con riferimento a tutta la gamma: riabilitazione post-traumatica, post-operatoria, post-ischemica, per patologia di lunga degenza o invalidante).

Rafforzeremo la collaborazione con gli istituti e gli organismi che, anche sul nostro territorio, si occupano di ricerca in campo medico e sanitario, allo scopo di sostenere progetti di ricerca finalizzati a conoscere meglio dinamiche e caratteristiche di patologie presenti sul territorio e ad alto impatto sulla comunità (ad esempio il diabete, le patologie e le disfunzioni originate dalla consanguineità, ecc.) che sono purtroppo ancora presenti e diffuse in diverse aree del territorio provinciale. Su questa linea, definiremo e realizzeremo altri progetti di ricerca.

Infine, un campo particolarmente delicato e destinato a crescere in termini di importanza e di impatto, riguarda la prevenzione della salute degli immigrati. Da questo punto di vista, è essenziale porre in essere azioni specifiche, mirate non solo ad assicurare prioritariamente i fondamentali diritti di assistenza, prevenzione e cura alla popolazione immigrata, ma anche a rafforzare la sicurezza sanitaria della popolazione residente. Per questo, ad integrazione delle azioni che proponiamo sul fronte delle politiche sociali, vogliamo intraprendere una più efficace e diffusa azione di informazione e assistenza presso le comunità degli immigrati presenti sul nostro territorio, cominciando col migliorare e diffondere maggiormente il Vademecum Mistilingue per Salute degli Immigrati, già pubblicato negli ultimi anni dalla Provincia.

[ Indietro ]

©2008 Provincia di Cosenza - Piazza XV Marzo n.5 - 87100 Cosenza - (tel. 814.1) P.I.: 80003710789

Engineered by Echopress